Un Castelli e Carteni di qualità: vincono Carlone e Licitra

Da sinistra: Nicolas Carlone, Paolo Savio, Marco Maiorana
Questo articolo è presentato da:

Quest’anno il classico appuntamento alla Canottieri Ticino con il Trofeo Castelli e Carteni ha visto un parterre di seconda di tutto rispetto. 73 partecipanti nel singolare maschile divisi in tre tabelloni(quarta, terza e seconda) con ben 29 seconda categoria in campo.

Ma andiamo per ordine cronologico nel complimentarci con i qualificati del tabellone di quarta Alessandro Cicalese, Norberto Rizzi, Francesco Galimberti, Davide Orlandoni e poi di terza Alberto Serniotti, Jonathan Salina, Valerio Pergolini, Vittorio Gugliotta.

Arrivati così nel tabellone cadetto i match si sono fatti sempre più accesi. Tra i nostri in campo Marco Cassiani (2.7) riesce a battere il 2.6 Giovanni Zaiti (6/0 4/6 6/2) per poi cedere dalla TDS numero 1 Nicolas Carlone nei quarti. Alessandro Forlini (2.7) esordisce positivamente contro Veniamin Zonenco (6/4 6/3) e manca per un soffio il colpaccio contro il 2.6 Fabrizio Cecchi (2/6 7/6 6/4). Michele Della Cagnoletta (2.6) ingaggia una dura lotta contro il 2.8 Marcello Ferraiolo ma poi cede 0/6 7/5 6/2. Nel derby pavese tra Federico Chiesa (2.6) e Luca Gasparotto (2.7) ha la meglio Chiesa con un punteggio a fasi alterne 6/1 2/6 6/0. Poi Chiesa cede nei quarti contro il 2.5 Milani, under 18 del Best Tennis Academy. Il fratellino di Marco Cassiani, Alessandro (2.8), riesce ad agganciare il 2.7 Andrea Cattaneo e portarlo al terzo set ma poi cede di misura 6/4. Infine Federico Valle, quotato come TDS numero 2, dopo un avvio di torneo vittorioso contro il 2.8 Federico Bonatti (6/2 6/4) cede 6/2 6/2 contro Marco Maiorana, tennista siciliano di ottimo livello tecnico. Concludendo la carrellata i quattro giocatori pavesi meglio classificati si fermano ai quarti.

In semifinale la TDS numero 1 Nicolas Carlone (2.4) batte Fabrizio Cecchi (2.6) 6/3 6/2 e Andrea Milani (2.5) batte Marco Maiorana (2.6) in un match tiratissimo, forse il più bello del torneo, finito 6/3 4/6 7/5 dopo più di tre ore. Approdano così alla finale Carlone e Maiorana, con Carlone che conclude il suo cammino senza perdere un set imponendosi 6/2 6/3.

In campo femminile il numero di partecipanti scende a 18. Soddisfazioni arrivano dalla selvina Sarah Toscano che con la classifica di 3.2 riesce a qualificarsi per il tabellone finale a discapito di Elena Bassani battuda 6/4 4/6 6/2.

Sarah Toscano

Qui Sarah approfitta di una vittoria a tavolino e accede alle semifinali dove però incontra e cede contro la solidissima Alessandra Polese (2.6) 6/2 2/0 rit.
Alessandra, tesserata per il Tennis Club Mede, arriva così in finale anche se con un leggero infortunio al piede, dove ad attenderla c’è Sofia Licitra (2.8) autrice della sorpresa del torneo con l’eliminazione in semi della TDS numero 1 Alexia Carlone (2.6), sorella del vincitore del torneo maschile.

Alexia Carlone

Dopo un primo set nettamente a favore di Alessandra (6/2), il secondo set ribalta la situazione e rimescola le carte, per un terzo set che vede vincitrice la siciliana Sofia Licitra, del Cus Catanea, che viene così premiata anche per la sua lunga trasferta.

Alessandra Polese e Sofia Licitra

A seguire tutto il torneo il giudice arbitro Marco Bisi e la collaboratrice Nazzarena Ravetta che insieme al direttore sportivo Paolo Savio ringraziano sentitamente lo sponsor Castelli e Carteni, nella figura di Luca Pozzo, per l’aiuto e il supporto che in tutti questi anni ha reso il torneo della “Cano” un classico nel panorama del tennis della nostra provincia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.