Rassegna stampa: tutti parlano di Selva!

Questo articolo è presentato da:

La finale conquistata in A1 da grande prestigio al circolo Sporting Club Selva Alta Vigevano e i tanti articoli che stanno uscendo, su tutti i canali di settore e non, lo testimoniano. Di seguito la rassegna stampa, che verrà continuamente aggiornata…

Resoconto ufficiale da Selva Alta

Lucca: la finale è realtà!

L’ennesimo appuntamento con la storia è centrato: cala il sipario su un’altra domenica ‘bestiale’ che porta in dote la trasferta più attesa, quella in terra toscana per il sogno tricolore. In una giornata da tregenda in cui la pioggia a catinelle ha obbligato la società ospitante ad organizzare indoor gli incontri, nulla ha potuto fermare la nostra ambizione di regalare ai nostri meravigliosi supporter e a noi protagonisti un’altra settimana di attesa: né l’imposizione da parte del Park Tc Genova di assicurare ai nostri tifosi solamente 10 posti per assistere alle gare, né il tentativo maldestro del circolo ospitante di far giocare l’evento solamente su un campo solo per assicurare più atmosfera e tifo ai giocatori locali, né la forza tecnica della rosa del Park che poteva schierare 2 formazioni ugualmente competitive per il titolo…

Nulla di tutto questo ci ha condizionato, anzi, ha aumentato la nostra convinzione che avremmo potuto sfruttare il risultato favorevole dell’andata per staccare i pass per le Finals di Lucca: i nostri tifosi venuti in terra ligure con mezzi propri e con il pullman messo a disposizione gratuitamente dal nostro sponsor Stav, hanno letteralmente presidiato i due campi di gara rendendo equilibrato il termometro del tifo e garantendo ai nostri ragazzi lo slancio necessario per abbattere l’ostacolo genovese. Sul campo centrale, l’unico attrezzato con una piccola tribuna, campeggiano diversi striscioni ‘Forza Selva’ e ragazzi, adulti, famiglie intere dai volti noti si uniscono a formare uno spicchio di tifo festoso e trepidante per tutto l’arco della giornata!

In più di quaranta si sono regalati una domenica di sofferenza e batticuore, culminata con l’apoteosi finale in mezzo al campo ad abbracciarsi per il traguardo raggiunto: l’avversario è stato domato, le trombette silenziate e tra lo sfollare dei locali solo voci vigevanesi ad intonare cori di vittoria! 

Vediamo con ordine come si è arrivati all’istantanea finale.

La prima tranche di singolari ricalca gli accoppiamenti della gara di andata: sul centrale Filippo Baldi (n. 242 Atp) affronta Gianluca Mager (n. 119 Atp), mentre sul campo secondario Roberto Marcora (n. 183 Atp) cerca la rivincita personale su Simone Bolelli (n. 340 Atp). Il match di Filippo ricalca incredibilmente l’andamento della partita di andata: buona partenza, sotto di un break, ha la palla per portarsi sul 5-5 riequilibrando il parziale ma….un altro recupero facile su una smorzata azzardata di Mager viene sbagliato di dritto dal nostro giocatore che perde punto, set e …lucidità! Nel secondo parziale infatti Filippo perde convinzione e l’avversario gioca sul velluto chiudendo per 64 61. Sull’altro campo Roberto Marcora (n. 182 Atp) mette la firma su una delle più belle partite della sua pur lunga militanza lomellina mostrandosi più forte del suo talentuoso avversario Bolelli, annichilendolo con un gioco brillante e solido da fondo e adattandosi meglio sulla superficie in terra indoor, la più adatta ad esaltarne le qualità di ‘fighter’ da fondo campo! Il punteggio è netto 64 62 ed il parziale recita 1-1.

Il secondo round di singolari vede affrontarsi Lorenzo Musetti (n. 361 Atp) contro il nostro Davide Dadda (2.4) ed il nostro francese Antoine Hoang (n. 117 Atp) contro lo spagnolo Pablo Andujar (n. 64 Atp). Secondo pronostico nel primo incontro non c’è scampo per Davide che cede nettamente per 61 61 al più forte toscano Musetti, ma tutta l’attenzione degli appassionati si concentra sul match di giornata che misura la voglia di rivincita di Andujar sulla superficie a lui più congeniale, la terra rossa. Il nostro Antoine però non demorde e riesce ad imporre nel primo set la sua proverbiale brillantezza da fondo campo, fatta di accelerazioni di rovescio e smorzate killer: il parziale del primo set recita 64! Nel secondo set però Hoang non riesce più ad incidere col servizio e da fondo si fa meno imprevedibile: Andujar tesse la trama degli scambi imbavagliando il francese che perde per 63 la seconda frazione. Decisivo il terzo set anche per le sorti della nostra qualificazione: Antoine riprende da dove ha cominciato il match e non concede più palle break, andandosi a prendere il break decisivo grazie ad un repertorio fatto di risposte aggressive ed accelerazioni di rovescio devastanti. Nulla può Andujar che cede per 63 set e match nel tripudio generale: 2-2 dopo in singoli è il parziale che tutti avremmo sottoscritto!

A questo punto a noi basta un punto nei successivi 3 doppi (spareggio compreso) per passare il turno: la strada pare in discesa, pare…

Gli accoppiamenti dei doppi prevedono Musetti/Bolelli contro Marcora/Dadda e Hoang/Baldi contro Mager/Giannessi (n. 149 Atp): proprio quest’ultimo innesto si rivela determinante per le speranze residue del Park Tc Genova. Con Mager infatti forma una coppia davvero affiatata che col passare dei minuti sgretola la solidità della nostra coppia che incappa in una partita poco ispirata di Filippo, di solito determinante in doppio. Il primo set è davvero equilibrato e ‘gira’ sul punto decisivo nel decimo gioco: 64 per Genova; il secondo purtroppo è un monologo della coppia Mager/Giannessi che porta a casa la frazione e l’incontro per 62.

Il secondo doppio purtroppo non riserva sorprese e l’affiatata coppia Bolelli/Musetti prevale in scioltezza contro i nostri Marcora/Dadda per 61 61: il parziale recita 2-4 per i locali, in perfetta parità considerando la gara d’andata. Si rende necessario il doppio di spareggio per stabilire chi passa alle Finals…

I prescelti per il doppio decisivo sono Baldi/Hoang e Mager/Giannessi; l’atmosfera è elettrica e tutto il pubblico si riversa sul centrale indoor occupando ogni centimetro disponibile. Ci si gioca la finale e nessuno vuol perdersi un punto di questa fantastica sfida…

Il primo set è equilibrato ed il servizio di Hoang segna in negativo la piccola differenza tra le due coppie: un piccolo acciacco all’anca, dovuto ad una caduta in settimana, frena il francese che cede due volte il servizio e pregiudica il primo set, perso per 75. I liguri sono ad un set dal trionfo ma proprio quando sembra in discesa la strada per Mager/Giannessi, il primo incappa in un clamoroso misunderstanding al servizio (pensava di poter ripetere la prima palla invece stava servendo la seconda, sbagliandola…) che gli costa un doppio fallo ed in seguito il break…il cadeau viene scartato dai nostri portacolori che approfittano di un momento di tensione nella coppia avversaria per prendere il largo nel secondo e vincerlo per 62! Il supertiebreak del terzo set deciderà le sorti, nessun dubbio sul fatto che sarà una lotta punto a punto…

Al primo cambio campo giriamo sul 4-2 a favore ma Mager e Giannessi giocano un parziale strepitoso e si portano in vantaggio per 7-5: nonostante la posta in gioco e la tensione, il pubblico è impeccabile e rispettoso ed il gioco fila via liscio senza discussioni di sorta, massima correttezza in campo. Il finale è per cuori forti: siamo sotto 9-7 e affrontiamo due palle match contro…la prima è sul servizio avversario e dopo uno scambio prolungato Antoine ci toglie dalla buca con un recupero in demivolee di rovescio che ribalta le sorti dello scambio e ci porta sul 8-9. A questo punto Filippo scarica tutti i cavalli al servizio e porta a casa entrambi i punti regalandoci la chance del match point sul 10-9, servizio Giannessi: Antoine in risposta non se la fa sfuggire e di prepotenza scardina le resistenze sulla diagonale di Giannessi e ci consegna alla storia!

Il doppio di spareggio è nostro, la finale a Lucca è realtà: il Ct Vela di Messina sarà l’ultimo ostacolo verso il tricolore, ma la consapevolezza che ci ha dato questa vittoria sarà un propellente fantastico per compiere il passo decisivo.

In queste ore sarà nostra premura informarVi sull’organizzazione del week end in Toscana: le gare si svolgeranno sabato e domenica pv e avremo certamente bisogno dello splendido sostegno di cui siete stati capaci fino ad oggi. 

Insieme per il sogno tricolore: Vi aspettiamo a Lucca!

Forza Selva


La Provincia Pavese

Il Selva Alta Vigevano vola in finale scudetto di serie A1 maschile di tennis. Sfiderà sabato e domenica prossima al Palatagliate di Lucca il Circolo del Tennis e della Vela Messina nella sfida per l’assegnazione del tricolore a squadre 2019. I primi due singolari si disputeranno sabato, gli altri due e i due doppi nella giornata di domenica. Decisiva per il Selva Alta Vigevano è stata la vittoria al doppio di spareggio nella gara di domenica a Genova sui campi del Park Tennis, formazione indicata ad inizio stagione come la favoritissima per il titolo italiano. Già nell’andata i vigevanesi avevano compiuto un’impresa imponendosi per 4-2 e nel ritorno con lo stesso punteggio i liguri hanno rimesso in parità i conti. In singolare Roberto Marcora ha superato Simone Bolelli per 6-4, 6-2 e il secondo punto dei vigevanesi è stato ottenuto dal talentuoso francese Antone Hoang che in tre set (6-4, 3-6, 6-3) si è imposto sullo spagnolo Pablo Andujar. Sconfitti, invece, Filippo Baldi (4-6, 1-6) da Gianluca Mager e Davide Dadda (1-6, 1-6) a Lorenzo Musetti. In doppio sarebbe bastata una vittoria ai vigevanesi per staccare il biglietto per la finalissima, ma il Park Genova si è imposto con il duo Musetti-Bollelli con un doppio 6-1 su Marcora e Dadda e Mager-Giannessi per 6-4, 6-2 su Baldi e Hoang. In perfetta parità, come prevede la formula del campionato, si è giocato il doppio di spareggio ancora tra Mager e Giannessi e Baldi in coppia con Hoang, ma questa volta l’esito è stato opposto. “Nel primo confronto – ci spiega Filippo Baldi, che dopo la vittoria a Genova è tornato nel suo quartier generale agonistico di Palermo dove sta già preparandosi alla stagione 2020 – i nostri avversari avevano disputato un’ottima gara. Dopo questa sconfitta moralmente sono stato ricaricato dagli incoraggiamenti dei miei compagni di squadra e del nostro capitano. Con Hoang abbiamo giocato un buon primo set, perso 5-7, poi vinto benissimo il secondo 6-2 e nel tie-break decisivo ci siamo imposti per 11-9 chiudendo al primo match-point a nostra disposizione dopo averne annullati due ai nostri avversari sul 7-9”. Ora Selva Alta favorita per il titolo italiano ? “E’ vero che tutti dicevano che la sfida con il Park Genova era una finale anticipata, ma la vera finale è il prossimo week-end – ribadisce Baldi -. Sarà un’altra sfida importante e combattuta. Messina ha ottimi giocatori come Caruso, Naso, i due Tabacco (Fausto e Giorgio,ndr) che giocano coprendo i due posti del vivaio”. Intanto Filippo Baldi è a Palermo e tornerà a Lucca per il week-end. In Sicilia si allena sotto la guida di Francesco Cinà e prepara i prossimi impegni della stagione 2020 che dovrebbe iniziare in Australia con le qualificazioni al primo appuntamento del Grande Slam. Ne approfittiamo con Filippo per fare un bilancio dell’annata appena conclusa al 242esimo posto del ranking Atp dopo aver occupato la loro miglior posizione a luglio scorso, la numero 142. “E’ stata una stagione molto difficile a livello mentale, sono comunque 240 del mondo nonostante i problemi e le difficoltà che ho avuto. Se a bocce ferme faccio valutazioni trovo la carica per ripartire al meglio e ricaricarmi sia fisicamente che tennisticamente con il mio nuovo allenatore Francesco Cinà sempre qui a Palermo dove ormai lavoro da tempo e mi trovo benissimo – spiega Filippo Baldi -. Ho giocato tornei importanti, oltre che i Challenger anche le qualificazioni ai tutti i tornei del Grande Slam e alzato il livello qualitativo degli appuntamenti agonistici a cui partecipo ormai con continuità. A giorni decideremo quando e con quali appuntamenti iniziare il 2020, probabilmente in Australia come ipotizziamo…”.
Enrico Venni


Ubitennis


LiveTennis

Serie A1: Ecco le finaliste. Selva alta elimina il Park Genova “compiuto un mezzo miracolo sportivo”
http://www.livetennis.it/post/322462/serie-a1-ecco-le-finaliste-selva-alta-elimina-il-park-genova-compiuto-un-mezzo-miracolo-sportivo/


FIT

FINALI SERIE A1 TUTTE DA VIVERE A LUCCA. MARCORA: “CHE BATTAGLIA A GENOVA”
https://www.federtennis.it/Federazione/News/Attivita-nazionali/191203-verso-le-finali-serie-A1-Lucca


Informatore Vigevanese

Selva Alta, è finale scudetto! I ducali la spuntano a Genova grazie al doppio di spareggio
https://www.informatorevigevanese.it/altri-sport/2019/12/01/news/tennis-serie-a1-playoff-selva-alta-vigevano-park-genova-544759/#.XeQxRfCZHQM.whatsapp

Selva Alta si “coccola” Hoang
https://www.informatorevigevanese.it/altri-sport/2019/12/02/video/tennis-serie-a1-park-genova-selva-alta-vigevano-544762/#.XeUCvrjmQ1U.whatsapp


Mef Tennis Events

Come acquistare i biglietti per le Finals


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.