Circuito ITF Senior Tour: il 2020 e le novità previste per il prossimo anno

Questo articolo è presentato da

Renzi Ceramiche: piastrelle, pavimenti e rivestimenti a Piacenza Renzi Ceramiche opera anche a Pavia e provincia per la fornitura di piastelle e pavimenti

Abbiamo fatto alcune domande al fondatore del network Tennisover, Paolo Nicola, profondo conoscitore del composito ed affascinante mondo Itf Seniors, riguardo all’attuale situazione del circuito Seniors e alle preannunciate modifiche previste per il prossimo anno.

T.V.L.: Quanto e come è stato penalizzato il settore delle competizioni della International Tennis Federation dedicate al settore Over in questo drammatico anno ?

P.N. : la principale peculiarità delle competizioni che si disputano nel Circuito Itf Seniors è rappresentata dalla presenza di giocatori e giocatrici provenienti da ogni parte del mondo quindi è facilmente intuibile che ci sia stata un’ ecatombe di cancellazioni dovute all’ impossibilità di viaggiare dei tennisti da stato a stato e nei periodi più critici, come questo secondo lockdown che stiamo vivendo, da regione a regione e addirittura da comune a comune.

Voglio ricordare come nell’ultimo anno “normale” il 2019, siano stati disputati qualcosa come 502 tornei in 70 paesi nel mondo, a cui hanno partecipato 27.500 giocatori suddivisi nelle tre macro categorie Young-Seniors (35-40- 45), Seniors (50-55-60) e Super-Seniors (65-70-75-80-85). Nel 2020 c’è stato un crollo verticale del numero delle competizioni disputate e porto ad esempio quello che è accaduto in Italia dove erano stati calendarizzati 21 eventi internazionali e se ne sono disputati solo due, Alassio e Roma ( oltre ai campionati italiani outdoor che sono closed cioè riservati ai soli giocatori italiani).

T.V.L.: Cosa prevedi che accadrà nel prossimo anno nel Circuito Itf Seniors?

P.N.: bisognerebbe avere la sfera di cristallo per sapere cosa accadrà nell’imminente 2021. Ci sono diciotto vaccini in sperimentazione trial in fase I/II/III e ce ne sono 5 in fase III tra cui il famoso BNT162b2 sviluppato da Pfizer e BioNTech, possiamo essere moderatamente ottimisti. Il calendario delle competizioni previste per il 2021 è strettamente legato alla remissione della pandemia, in misura se possibile maggiore rispetto a quanto avvenuto nel corso di quest’anno.

Spiego perchè: alcuni organizzatori che avevano programmato un evento, coinvolgendo sponsor e comunità locali si sono accontentati di disputarlo, nei periodi del 2020 in cui c’è stata la parziale remissione della pandemia, anche senza la presenza dei giocatori esteri, contando sulla sola presenza dei locali. Per il prossimo anno io temo non si metteranno neanche in lista per entrare nei calendario ufficiale, a meno che ci sia una svolta radicale nel regresso del covid 19.

T.V.L.: In ogni caso quali dovrebbero essere le novità organizzative e logistiche?

P.N.: Nello scorso mese di agosto l’Itf ha fatto il seguente annuncio: “Stiamo creando una nuova categoria di età per consentire ai giocatori di età pari o superiore a 30 anni di giocare in eventi competitivi e non professionali e di lottare per il ranking in tutto il mondo. Nel 2021, i tornei dell’ITF Seniors Tour potranno ospitare per la prima volta i giocatori della categoria dai 30 anni in su. La categoria di età più bassa sul circuito fino ad ora è stata di 35 anni e oltre, con la nuova categoria di età sarà consentito ai giocatori di iniziare a giocare gli eventi del tour cinque anni prima”.

Dopo qualche giorno è stato pubblicato un nuovo annuncio: ” Siamo lieti di annunciare che una nuova categoria di età superiore ai 90 anni sarà introdotta nell’ITF Seniors Tour nel 2021. La notizia segue l’annuncio all’inizio di questa settimana che l’anno prossimo verrà introdotta anche una categoria di età dai 30 anni in su, con l’ITF impegnata a migliorare entrambe le estremità delle fasce di età nel Seniors Tour. La missione dell’ITF è fare in modo che il tennis sia lo sport preferito e principale dalle persone non più giovani in tutto il mondo. L’annuncio di oggi significa che i giocatori di età pari o superiore a 90 anni saranno in grado di competere esclusivamente l’uno contro l’altro in eventi che offrono la nuova categoria nel 2021 – piuttosto che giocare contro giocatori di metà anni ’80, con giocatori di 90 anni attualmente in competizione nell’Over 85.”

Questo secondo annuncio mi vede assolutamente d’accordo se penso che, nel 2021, ci saranno un totale di più di duecento giocatori registrati all’ITF Seniors Tour che avranno 90 anni o più e che questo numero crescerà ulteriormente negli anni a venire, in considerazione dell’aumento dell’aspettativa di vita. Si prevede infatti che l’incremento della popolazione anziana sarà più marcato nel segmento di popolazione degli ultraottantenni, il cui numero assoluto, entro il 2050, risulterà praticamente quadruplicato! Covid debellando aggiungerei.

Al contrario, riguardo alla creazione della nuova categoria +30 , nutro seri dubbi che un giorno si possa dire “è stato un successo”. I giocatori di livello, e non parlo solo dei seconda categoria italiani ma anche dei francesi tedeschi americani spagnoli ecc. sono assolutamente competitivi contro i più giovani, almeno fino ai quarant’anni ma in alcuni casi anche fino ai 45, nei tornei Open, che preferiscono frequentare a discapito delle competizione Over. Pertanto dubito fortemente che l’istituzione di questa nuova categoria, possa portare nuovi adepti e nuove registrazioni di giocatori. Del resto basta guardare a quanto accade da noi in occasione dei campionati assoluti quando occorre fermare le iscrizioni per i 50 55 60 ecc, mentre per i 35 e i 40 si fa fatica a mettere insieme un tabellone da 8 e molte volte si annullano le gare di singolo ( e figuratevi di doppio).

T.V.L.: Vogliamo chiudere chiedendoti qual’è, secondo il tuo parere, la “grande bellezza” del circuito Itf Seniors.

P.N.: Desidero citare quello che ha detto Leonid Stanislavskyi, un giocatore ucraino di 96 anni, che era solito competere con quelli più giovani di dieci anni, quando è venuto a sapere della creazione della nuova categoria +90

“Il tennis è uno sport meraviglioso che ti permette di giocare a qualsiasi età, ti dà un allenamento fisico, ti da gioia, ti diverte, ti allunga la vita, il tennis per me è un dono di cui non posso fare a meno perchè per me è la vita stessa.

Ora finalmente potrò giocare con i miei coetanei e statene certi che lo faremo per tutti i prossimi lunghi anni a venire”.

Che dire … io penso che il tennis sia il più portentoso portatore di ottimismo che esista.

2 COMMENTI

  1. Ottimo articolo sulle attuali problematiche del bellissimo circuito Itf Seniors. Possiamo solo augurarci che la pandemia finisca.

COMMENTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.