Altissimo livello al torneo under dell’Oasi di Fuori Milano di febbraio

Nel marasma della situazione di allerta per il coronavirus, il torneo under dell’Oasi di Fuori Milano ha avuto la fortuna di concludersi con qualche giorno di anticipo, e poter così evitare la sospensione delle attività sportive come da ordinanza della Regione Lombardia.

Un torneo in cui l’altissimo livello agonistico degli atleti partecipanti ha fatto segnare veramente una impennata della qualità. Presenti atleti provenienti da tutte le grandi scuole di Milano e da tutte le provincie limitrofe ed oltre (Mantova, Reggio Emilia, Brescia, Varese, Como) con alcuni bambini già osservati dalla Federazione che hanno fatto vedere doti atletico/tecniche di eccellenza. Il tutto condito da una altissima partecipazione: 72 bambini.

Nell’under 12 maschile vittoria per il 4.4 milanese osservato FIT Emiliano Bratomi che, grazie a una padronanza e visione di gioco eccellenti, nonchè alle accelerazioni di dritto “da paura”, ha battuto in finale Matteo Pennisi (4.1) 6/4 6/0, reduce da una semifinale maratona vinta 10/7 al terzo contro il 4.2 dell’AMP Gabriele Fraschini. Tra i pavesi, forfait del giocatore di casa Dellatorre, purtroppo fermo per epicondilite. Altro osservato in tabellone, è stato il 4.4 Matteo Ceppi che purtroppo ha perso all’esordio proprio da Bratomi, non potendo così esprimersi al meglio nel torneo.

Pennisi, Ventura, Bratomi.

Nell’under 14 maschile, Ludovico Mazzucco del Bonacossa ha portato a casa il titolo grazie allo scontro fratricida in semifinale con il compagno di circolo Troise Mangoni (6/1 6/3) e la finale contro Leonardo Bavila, giocatore di gessate che si allena a Melzo. Entrambi i giocatori, molto posati, taciturni, ma dotati di “grandissima testa”, hanno gareggiato in una finale stupenda, senza una contestazione, in cui Mazzucco ha vinto 7/5 6/4.

Bavila Leonardo, Eugenio Ventura, Ludiovico Mazzucco

Protagoniste dei due tornei femminili le due sorelle Fossati del Milago, con la più piccola Mila Maria vincitrice nell’under 12, mentre nell’under 14 Maia Sofia è inciampata in finale contro Aurora Portesani. Proprio nell’under 12 Fossati Mila Maria ha vinto grazie al forfait in finale di Chiara Volante, entrambe osservate dalla Federazione. Da sottolineare come, grazie ad una padronanza di gioco fuori dal comune, Mila Maria ha con caparbietà risollevato molte partite dopo aver perso il primo set. E quindi è stata una vittoria più che meritata.

Mila Maria Fossati
Maia Fossati, Eugenio Ventura, Aurora Portesani

Infine il torneo dei più grandicelli, l’under 16 maschile, in cui si è imposto il 3.2 Alessandro Tesolin 1/6 7/6 10/3 contro Lorenzo Folloni (3.4). Da sottolineare l’ottimo percorso di Filippo Nebuloni che, da 4.3, è giunto sino alle semifinali, dove ha ceduto 6/3 6/2 a Folloni. L’altra semi aveva visto anche in questa occasione una partita molto tirata tra Troise Mangoni (già visto negli under 14) vinta da Tesolin 6/2 4/6 10/8.

Alessandro Tesolin, Eugenio Ventura, Lorenzo Folloni

In un torneo riuscito benissimo, sia a livello organizzativo che per la partecipazione, un ultima nota di merito va anche all’apprezzatissima presenza di molti maestri che hanno accompagnato i loro allievi.

COMMENTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.