Cervio in formissima sorprende tutti! Resoconto del Torneo di Primavera dell’AT Broni

Nella foto da sinistra: il presidente del circolo Gabriele Genesi, il finalista Andrea Cabrini, il giudice di sedia Nicolò Acciaioli, il vincitore Marcello Cervio, Lucrezia.
Questo articolo è presentato da:

Per Marcello Cervio, 3.5 over 50 tesserato AT Stradella, una grande soddisfazione è arrivata con la vittoria nel torneo rodeo dedicato alla terza categoria dell’AT Broni. Svoltosi durante l’appena trascorso weekend, sui campi in erba sintetica del distaccamento del circolo, il Liros Hotel, il torneo ha visto scendere in campo 35 atleti. Non mancavano di certo giocatori di punta come Riccardo Frigoli (3.2) ed Enrico Pagani (3.2), entrambi però travolti precocemente dai futuri finalisti. Ma veniamo al resoconto dettagliato.

Cervio, evidentemente dimagrito e in grandissima forma (la maglietta indossata dello Stefano Bracchi Tennis Team la dice lunga), vinceva in sequenza contro Lorenzo Politi (4.1) 4/1 4/1, Enrico Pagani (3.2) 4/2 4/2, Valerio Pasotto 0/4 4/1 4/1, Federico Tassi (3.4) 4/2 4/0 per giungere così alla finale. Dall’altra parte del tabellone l’altro giocatore in grande progresso è stato Andrea Cabrini, 3.4 tesserato per l’Oasi di Fuori Milano, che batteva per un posto in finale Paolo Bertoli (3.5) 5/3 4/0, Riccardo Frigoli (3.2) 5/3 5/4(6), Lorenzo Santoro (3.5) 4/2 4/1. Giunti così all’atto conclusivo Marcello Cervio iniziava la partita alla grande e si imponeva 4/1 nel primo set, ma nel secondo il risultato non è stato così scontato con un 5/3 finale di grande equilibrio.

Elogio da parte degli organizzatori per la presenza del giudice di sedia Nicolò Acciaioli e la costatazione che per tutti i tornei, anche rodei, sarebbe da auspicarsi la presenza di tale figura almeno nella giornata conclusiva.

Di seguito una carrellata delle foto della premiazione:

1 COMMENT

  1. Ciao a tutti sono Marcello Cervio,vi volevo ringraziare per l’articolo nei miei confronti,inoltre bisogna fare i complimenti all’organizzazione praticamente perfetta dal giudice arbitro Claudio Mellia a tutto il circolo,che a addirittura preparato un’aperitivo per noi giocatori prima delle semifinali. Una cosa da non trascurare e’ stata la presenza del giudice di sedia,in quasi tutti i match,che ci ha permesso di giocare molto più tranquilli. Ed inoltre devo ringraziare Il mio maestro Stefano Bracchi,che dopo solo 4 mesi di allenamenti ma mi ha già fatto progredire di categorie con la sua grande professionalità.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.